Lettera di Esenzione EAC

La vendita e la circolazione delle merci nella comunità EurAsEc presuppone che il prodotto oggetto di vendita ed esportazione presenti un documento di conformità valido (certificato o dichiarazione) in relazione ad uno o più specifici regolamenti tecnici (TP TC) applicabili come la lettera di Esenzione EAC.

Lettera di Esenzione

La lettera di esenzione dalla certificazione altresì conosciuta come LoE (Letter of Exempion) in russo “Oтказное Письмо” è uno strumento sovente sottovalutato ma che in realtà è utilissimo sia ai fini certificativi che doganali.

информационное письмо

Il documento che comunemente viene rilasciato è una lettera detta anche “lettera informativa” (информационное письмо) nella quale si specifica che i prodotti indicati non sono soggetti a certificazione obbligatoria per l’importazione nel territorio dell’unione doganale della comunità EAC con l’indicazione delle normative di riferimento che si applicano per tale “esenzione”.

Questa forma procedurale che termina appunto con l’ottenimento della lettera è la più conosciuta, la più diffusa, ma, almeno a nostro avviso, la meno corretta proprio da un punto di vista procedurale e normativo.

Organo Accreditato al Rilascio

Partiamo dalla constatazione che la normativa prevede che la Lettera di Esenzione sia rilasciata da un organismo accreditato.

Bisogna, dunque, verificare che l’organismo che rilascia la LoE sia accreditato per quel particolare regolamento per il quale viene richiesta. Un esempio pratico: Richiediamo una lettera di esenzione per una valvola e la richiediamo come esenzione dalla normativa 032 (strumenti a pressione). Al rilascio dobbiamo verificare che l’organo che ha rilasciato tale lettera sia accreditato al regolamento 032; nel caso in cui non lo fosse la lettera non avrebbe di fatto alcun valore essendo l’organo non competente.

Procedura di rilascio LOE (Letter of Exempion)

La procedura che noi riteniamo quella corretta ma che come sovente capita è la meno praticata è a nostro avviso la cosiddetta procedura di rifiuto che si sostanzia con il rifiuto da parte dell’organo certificativo della Zaiavka inoltrata per la certificazione di quel determinato prodotto.

Per meglio spiegare occorre specificare per sommi capi quello che è l’iter burocratico per l’ottenimento di tutte le certificazioni EAC in generale.

L’Applicant (Richiedente / Заявитель) una volta raccolti tutti i documenti inoltra formale richiesta per l’ottenimento della certificazione all’organo accreditato «Заявление». L’organo di certificazione, una volta ricevuta tale richiesta, la valuta e compie tutta una serie di atti per la prosecuzione dell’iter certificativo.

Nel caso in cui , invece, la merce non ricada nel regolamento tecnico per il quale si richiede l’emissione del certificato l’organo certificativo appone un rifiuto sulla richiesta motivandolo con la non applicabilità della normativa in quanto merce non soggetta a certificazione.

Documento di Rifiuto

A nostro avviso è quello il documento (il documento di rifiuto) corretto da richiedere e da esibire. Pur tuttavia essendo un documento volontario spesso viene tollerato il modo di agire non proprio conforme alla normativa

Contattaci

Approfondimenti

Share: