Venerdì, Dicembre 15, 2017
Follow Us

Il parere igenico Sanitario EurAsEC

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

La certificazione sanitaria dell'unione doganale e della Russia

In data 1 Luglio 2010 è entrato in vigore l'accordo dell'unione doganale (Russia, Bielorussia e Kazakhstan) sulle nuove misure sanitarie che determina il pensionamento del vecchio  parere igienico-sanitario (Экспертное заключение на подконтрольные товары) con l'introduzione di un nuovo documento riconosciuto in tutti i paesi dell'unione il certificato di Registrazione Statale.

I

n realtà e paradossalmente, se il prodotto non è incluso nell'elenco dei prodotti soggetti a Registrazione Statale Obbligatoria la merce non dovrebbe essere soggetta ad alcun vincolo sanitario (con le ovvie e dovute eccezioni dettate dai regimi doganali di sorveglianza fito-sanitaria). Nella pratica invece molte aziende russe che operano nel settore dell'import di prodotti "tipo alimentari" continuano a richiedere al proprio fornitore un certificatodi controllo che prende il nome di "Permesso o Conclusioni del Rospotrebnazora) più per una loro tranquillità che per un effettivo bisogno.  Ricordiamo che il vecchio certificato  veniva rilasciato per prodotti, manufatti o attrezzature elencate nella sezione I° della lista unica delle merci soggette a misure sanitarie al confine doganale e/o sul territorio doganale dell'Unione doganale e che il documento richiesto o rilaciato attesta  la conformità (o la non conformità) di un prodotto alla normativa unica in materia sanitaria dell'Unione doganale ed è valido su tutto il territorio dell'Unione doganale.
Come mostra la prassi, il parere igienico-sanitario il più delle volte è richiesto dalle autorità che effettuano i controlli amministrativi in loco (presso il punto vendita, il magazzino, la produzione, ecc.), che dall'autorità doganale durante lo sdoganamento della merce.
Il parere igienico-sanitario è rilasciato previo l'esame dei campioni, e quindi sulla base dei rapporti di prova (analisi di laboratorio), ed è accompagnato da una lettera denominata "Lettera di conformità alla normativa unica in materia sanitaria dell'Unione doganale".

Il rapporto di prova è rilasciato dai laboratori di analisi a seguito delle prove di laboratorio dei prodotti e contiene un riepilogo dei test effettuati con l'indicazione dei valori ottenuti, nonché le informazioni sui documenti normativi sulla base dei quali sono state svolte le prove. La tipologia ed il numero delle prove dipendono dal tipo di prodotto.
La procedura di registrazione dei prodotti si articola in tre fasi. La prima fase consiste nell'analisi di laboratorio dei campioni del prodotto ad opera dei laboratori accreditati con il rilascio del relativo rapporto di prova. La seconda fase consiste nella stesura del parere igienico-sanitario ad opera di un esperto del servizio sanitario, che sulla base dei rapporti di prova valuta la conformità del prodotto. La fase finale consiste nell'inoltro al Servizio federale della domanda di registrazione corredata della documentazione di cui prima.

Sportbook gbetting.co.uk/sport free bets and sign-up bonuses.

Utilizziamo i cookie per offrirti un servizio migliore e personalizzare la tua esperienza. Se continui nella navigazione ci autorizzi all’uso dei cookie, altrimenti puoi sempre decidere di accettarne solo alcuni o non accettarne affatto.