Venerdì, Dicembre 15, 2017
Follow Us

1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

La Federazione Russa ed il WTO

Inizierò adesso una serie di considerazione (del tutto personali ovviamente) degli effetti del WTO sulla Russia, sugli atti concreti che sono stati fatti nonchè sulle modifiche alle norma tecniche, sanitarie etc (Certificazione) ed ancora sui risvolti EuRaSec e conseguente variazioni normative.

Dall’ 22 agosto 2012 la Russia è diventata il 156 ° membro dell'Organizzazione Mondiale del Commercio ("in inglese WTO"). Sotto il protocollo di adesione della Russia al WTO, la stessa ha accettato di tagliare la i dazi medi di importazione dal 13,2% al 10,8%, al fine di rendere i beni importati più conveniente per i consumatori. C'è però da notare un lungo periodo transitorio (fino al 2020) di cui la Federazione Russa usufruirà per la riduzione tariffarie e daziarie e sicuramente tale periodo transitorio verrà ovviamente applicato almeno ai prodotti economicamente più rilevanti della produzione interna russa mentre in altri settori le normative e le richieste del patto d’adesione verranno introdotte immediatamente.Alcuni esempi: il dazio sulle carni suine importate (entro i limiti dei contingenti prefissati) è stata ridotta a zero (dal precedente 15%), il dazio all'importazione per i prodotti a base di carne finiti è ridotta al 20%, ma con un valore in dogana da accertare di non meno di 0,4 euro al chilo, i bovini riproduttori di razza pura possono essere importati in franchigia daziaria, mentre altri bovini saranno soggetti ad un dazio doganale del 5%. I dazi doganali per quanto riguarda il pollame vivo sarà limitata al tasso del 5%. Il dazio del burro importato è al 15%, (con un valore in dogana minimo di non meno di 0,29 € al kg) contro il precedente 15%, ma non meno di 0,4 euro.

Anche Il dazio all'importazione di formaggi è stato ridotto. Ad esempio, il dazio all'importazione per i i formaggi non stagionati con un contenuto di grassi superiore al 40% è stata ridotta al 15%, (ma non meno di 0,25 euro al chilo), Il dazio sulle importazioni di formaggi come il Camembert e Brie è stata ridotta al 15%, (ma non meno di 0,3 euro al chilo) dal precedente 15%, ma non meno di 0,6 euro al chilo.

La Russia inoltre ridurrà il dazio all'importazione per la maggior parte degli alcolici entro tre anni da 2 euro per litro a 1,5 euro.(Valore minimo doganale) verranno inoltre ridotti in modo significativo i dazi sulle acque minerali, birra, vino, champagne e vermouth.

Come già detto, tale riduzione dovrà avvenire gradualmente cosi come concordato dal protocollo così come , sempre nel protocollo, viene stabilita una tabella dei dazi all'importazione che saranno annualmente ridotti.

Appartenenza all'WTO impone alla Russia di rispettare su base scientifica mondiale le norme sanitarie e fitosanitarie dell'WTO al fine di proteggere la vita e la salute umana o animale o vegetale . I certificati Sanitari e Fitosanitari devono avere richieste e risposte basate su fondamenti scientifici e le valutazioni dell’ evoluzione di eventuali rischi basate su una valutazione adeguata del rischio effettivo e non possono servire per discriminazioni ingiustificate nei confronti delle importazioni.I governi sono tenuti a notificare altri paesi di eventuali proposte di modifica ai requisiti SPS che incidono sugli scambi.L'attuazione di queste norme dovrebbe contribuire ad affrontare, ad esempio, le barriere significative innalzate contro le esportazioni USA di prodotti agricoli ed in particolare di carne e pollame al fine di facilitare l'accesso degli Stati Uniti esportatore al mercato russo.

Nonostante questo però, la Russia ha intrapreso azioni, che sono apparsi a molti membri del wto quanto meno in contrasto con gli obblighi derivanti dal protocollo di adesione.

La lunga disputa internazionale sulla ractopamina, un farmaco usato per stimolare la crescita e la magrezza in produzione carni suine e bovine, è divenuta ancora più aspra all’inizio del 2013. La Russia, che è un mercato sempre più importante per l'esportazione di prodotti a base di carne per gli Stati Uniti, ha annunciato nel febbraio, 2013 che richiederà a tutti paesi di certificare che la loro carne è libera da ractopamina, bloccando così di fatto circa $ 500 milioni delle esportazioni degli Stati Uniti verso la Russia, e dando un vantaggio a breve termine, almeno per la carne a paesi produttori come il Brasile.
La Russia continua, inoltre, anche a proteggere i produttori nazionali di prodotti a base di carne e macchine agricole.

Il dazio all'importazione di attrezzature agricole è stata bruscamente elevato a un livello più alto di quanto non fosse prima dell'adesione della Russia alWTO.L'unione doganale, Kazakistan e la Bielorussia), ha annunciato un dazio all importazione del 27,5% su mietitori di grano come misura provvisoria, che si applicherà al 5 luglio 2013.

Oltre a dazi all'importazione, l'adesione della Russia al WTO avrà un impatto sia sulle commissioni per le operazioni doganali operate dai broker sia sugli oneri doganali .

Sportbook gbetting.co.uk/sport free bets and sign-up bonuses.

Utilizziamo i cookie per offrirti un servizio migliore e personalizzare la tua esperienza. Se continui nella navigazione ci autorizzi all’uso dei cookie, altrimenti puoi sempre decidere di accettarne solo alcuni o non accettarne affatto.